mercoledì 6 febbraio 2019

PROGETTO CLASSI APERTE

"Abbiamo entrambe le prime ore del lunedì in seconda. Perché non facciamo qualcosa insieme? "
Il progetto CLASSI APERTE è nato così, mentre guardavamo l'orario delle lezioni e subito è diventato occasione per tante idee diverse.

 Le classi  2 C e 2 D  sono state coinvolte in attività di recupero e potenziamento, attività laboratoriali e anche una gara matematica a squadre.

In gruppo si ragiona meglio


Dopo un primo quadrimestre di sperimentazioni possiamo dire che è un successo.




si risolvono problemi complessi

e si vince la gara!

Piace agli alunni perché  è una lezione diversa, in cui si cambia ambiente e si lavora con metodologie innovative , ma  anche a noi insegnanti perché condividendo la preparazione delle attività aumentano le idee.




alla scoperta del teorema di Pitagora





Prof. Annovazzi Micol e Soldera Cinzia

martedì 5 febbraio 2019

SUPERDOTTORESSA per SUPEREROI


Nello svolgimento del nucleo progettuale “Cibi da Supereroi”, nell’ambito dello sfondo Integratore, una “super…dottoressa” ha fatto visita , nella mattinata di venerdì 1°febbraio, ai bambini e alle super maestre dell’Ala A sezioni A, B, C e D.
Le insegnanti travestite da super eroine degli alimenti , hanno elencato i loro cibi preferiti : Wonder Woman – la carne e il pesce- , Tempesta – il latte e i formaggi-, Wasp – la frutta e la verdura- , la Donna invisibile – il riso , la pasta , i biscotti, e la dottoressa ha spiegato le varie proprietà dei cibi , la necessità di mangiare correttamente variando il nostro menù per non ammalarci e crescere in salute.
Anche i supereroi per essere così forti e coraggiosi mangiano sano e vario .
Infine la dottoressa ha aperto la sua valigetta e ha fatto vedere ai bambini quali strumenti si usano per visitare quando si diventa ammalati. Anche i supereroi vanno dal dottore quando si prendono raffreddore o febbre.
I bambini entusiasti hanno partecipato con molto interesse alla lezione facendo domande, osservando tutto ciò che la dottoressa mostrava e diceva , dimostrando particolare attenzione ai vari strumenti medici mostrati e spiegati.








strumenti medici per supereroi!!!!!


anche i Supereroi si ammalano

salute e alimentazione:mangiar sano


Grazie alla dottoressa Emanuela Priotti per la disponibilità!!!!

lunedì 4 febbraio 2019


B612 e il sistema solare
C’era una volta il nulla, tutto era buio e silenzio. All’improvviso ci fu un gran boato, uno scoppio fatto di luce e fuoco “il Big Bang” da cui si è generato tutto l’universo. I nostri bambini sono stati introdotti a questa difficile teoria attraverso la visione di video alla lim, per poi viverlo fisicamente attraverso il gioco della pignatta, alla cui rottura, accompagnata dal suono di un grande piatto, sono fuoriuscite tante palline colorate simboleggianti i pianeti, le stelle ed i satelliti. I nostri piccoli esploratori hanno rappresentato il big bang su un foglio nero attraverso la tecnica del PAINT SPLAT martellando direttamente il colore che si è diffuso creando un micro- universo.


 
  Per conoscere meglio il nostro angolo di universo e i suoi protagonisti ci siamo uniti, attraverso un video, a Paxi personaggio guida della nostra successiva attività. PAXI partendo con una navicella dalla nostra TERRA è andato alla conoscenza dei pianeti e del Sistema Solare. I bambini hanno osservato i colori dei pianeti e del SOLE che è la stella fissa che ci riscalda e ci dà luce al centro del nostro sistema solare, invece i PIANETI, con la luna che è un satellite della terra, orbitano  cioè si muovono, intorno ad esso. PAXI ci ha spiegato che oltre agli otto pianeti intorno al sole, esiste una cintura asteroidale dove con i bambini abbiamo collocato la sede dell’asteroide B612, conosciuto nel percorso dello sfondo integratore. L’attività è stata rappresentata, utilizzando tecniche diverse, su 2 cartelloni da esporre nei luoghi comuni e la costruzione artistica di un SISTEMA SOLARE in miniatura che sarà la documentazione individuale del bambino.















 
 
 
Lo studio su costellazioni e pianeti culmina con un vissuto logico-matematico di misurazione delle distanze planetarie. La riflessione è nata dall’esigenza di rendere partecipi i bambini dell’esistenza di una precisa collocazione dei pianeti all’interno di un’ampia galassia, da sempre oggetto di studio di esperti in materia, atti a catalogare stelle, asteroidi e di scoprirne eventuali nuove presenze. Il Big Bang, ha creato distanze tra i pianeti del sistema solare, dei quali si esclude una fluttuazione casuale nello spazio. Calcoli matematici, infatti, ci descrivono un Universo ben lontano dalla banalità, organizzato, stimolante elucubrazioni su eventuali forme di vita che esulano dal Pianeta Terra, obiettivo di missioni, localizzazioni di satelliti e di stazioni orbitanti nell’Universo. I bambini sono stati accompagnati in un viaggio metaforico, finalizzato alla misurazione distale dei principali pianeti, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, esistenti in prossimità del Sole, fonte di calore e di luce, fondamentali per la sopravvivenza di ciascun essere vivente. Il metodo fa riferimento ai contenuti teorici descritti dalla Dott.ssa Robutti, del Dipartimento di Matematica dell’Università degli studi di Torino, che avvicinano il sistema cognitivo infantile all’apprendimento dei concetti matematici con una metodologia pratico-esperienziale concreta, semplice ed efficace. La distanza tra i pianeti è stata facilmente studiata dai bambini grazie ad una striscia di misurazione , collocata a fianco di palloni, ovvero, sussidi psicomotori, trasformati per l’occorrenza in divertenti corpi celesti, su cui lasciare un tracciato di orme, (impronta di bambino concordata) aventi come punto di partenza, per ciascuna misurazione, la stella più grande dell’Universo, il Sole
Misurazioni effettuate:
-          Sole/Venere-
-          Sole/Terra-
-          Sole/Marte-
-          Sole/Giove-
-          Sole/Saturno.
 Il tutto riportato su scheda individuale di verifica, con unità di misura in scala.


 


 



 


 

 
Sezioni: F G I L